Dal precedente articolo in cui s’è pubblicato e commentato l’ultimo aggiornamento del Big Mac Index,  la valuta più sottovalutata risulta il rublo.

Non rientra tra gli scopi di questo blog quello di addentrarsi in approfondimenti su singole valute particolarmente volatili come quelle emergenti; tuttavia, incuriosito da quanto emerso dallo studio del Big Mac Index, ho controllato la situazione grafica di ampio respiro del cambio Euro/Rublo e, eccezionalmente, ne pubblico le mie considerazioni:

EURO/RUBLO

EURO/RUBLO

Premessa: un grafico al rialzo descrive un’ascesa dell’euro nei confronti del rublo e, viceversa, una discesa equivale ad un rafforzamento della valuta russa.

Si osservi come il rublo, dopo una fase laterale pluriennale, si è decisamente svalutato nei confronti dell’euro (e non solo).

Tra le motivazioni, le difficoltà economiche della Russia legate al forte deprezzamento del petrolio.

Nel trimestre appena concluso il petrolio parrebbe aver raggiunto finalmente un fondo: se ciò trovasse conferma non potrebbe che rappresentare un aspetto positivo per l’economia russa e, di riflesso, per la valuta.

Inoltre, l’inflazione si è stabilizzata e, di riflesso, i rendimenti reali del decennale russo sono tornati positivi.

Dal grafico su base mensile è possibile notare un vistoso massimo decrescente che equivale ad un minimo crescente per il rublo (impostazione rialzista).

Applicando le estensioni di Fibonacci ai punti di svolta A-B-C, si ottengono i seguenti livelli:

  • 61,8% = 64,704;
  • 100% = 46,509;
  • 161,8% = 17,074.

Se il calo del cambio dovesse esaurirsi anche solo al primo obiettivo, assisteremo ad un rafforzamento del rublo contro l’euro del 16%.

Nel caso in cui dovesse addirittura giungere al secondo (livello suggerito dalla statistica), l’apprezzamento salirebbe a quasi il 40%.

Ovviamente si sta parlando di target di ampio respiro.

Si conclude comunque precisando che si tratta di una valuta estremamente volatile, in grado di far molto male nel momento in cui le cose non vanno come da previsione.

Riccardo Fracasso

 

13 Responses to Rublo: approfondimento grafico

  1. roberto ha detto:

    buongiorno Riccardo,so di chiedere l’eccezionale, ma non sarebbe possibile la stessa analisi su rand e try? grazie in ogni caso.

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Salve Roberto,
      mi spiace ma ho sottolineato l’eccezionalità proprio per evitare di estendere le analisi ad altri cambi sia per lo scopo del blog sia per motivi di tempo (un’analisi me ne occupa molto).
      Ad ogni modo, posso dirti che su entrambi i cambi non è presente un doppio massimo che invece c’è sul rublo.
      Sul rand i margini di rialzo sono molto ampi, ma al momento siamo in fase correttiva di un trend primario rialzista per l’euro.
      Il cambio euro/try si trova a pochi passi di un supporto (resistenza per la lira turca).
      Riccardo

      • roberto ha detto:

        Grazie Riccardo per la Tua generosa disponibilità.peccato che le Tue doti non spazino anche nei campi a cui sono interessato. buona serata.

        • RICCARDO FRACASSO ha detto:

          Purtroppo dovendo fare delle scelte ho prediletto gli argomenti di maggior interesse.
          Buona serata.
          Riccardo

  2. Filippo ha detto:

    Buongiorno Riccardo. Scusa se ti scrivo su questo post riferito al rublo ma dopo tanti interventi ho perso di vista il tuo parere sul mercato italiano… Puoi confermarmi che la tua view preferita è quella di un ribasso fino a 17100 circa (quindi ci siamo quasi) con successivo possibile rimbalzo fino a 18500? Ho capito bene o ho fatto casotto?

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Ciao Filippo.
      Le ipotesi sono 2:
      A – minimo crescente (INDICATIVAMENTE 17.100) e poi rimbalzo (target da valutare… indicativamente 19200-20500).
      B – nuovo minimo.
      Assegno qualche possibilità in più alla prima ipotesi.
      Saluti.

  3. Filippo ha detto:

    Grazie mille Riccardo

  4. MAURIZIO ha detto:

    RICCARDO Ciao . Parto dagli USA e vorrei attirare la TUA attenzione su questa mia osservazione .
    Su Wally avevamo fino al 31-03 16 il DJ Industrial DJ Transportation che avevano un TREND al RIALZO pressoché IDENTICO .
    Se li OSSERVIAMO dal 01-04 abbiamo una inizio di divergenza ….Credo proprio che possa essere il segnale che un ribasso/storno stia per arrivare ….come ipotizzato da Charles Dow e anche da TE . …..Leggo correttamente??
    Se poi affianchiamo il nostro FTSEMIB dal 11-03-16 la minor forza relativa del nostro INDICE è evidente…
    Ora a 17200p siamo in prossimità del TARGET ipotizzato nello scenario A.
    Forse con una possibilità di discesa anche a 16800/16500( vista la debolezza di tutti gli INDICI e con l’FUTURE SP a -075%).
    Il mio approccio da INVESTITORE è di PRUDENZA ….
    Ma questa volta la scelta è di 3 possibili livelli di entrata LONG……SCALETTATO a 17100p/16500p/15800p.
    Credo che la stagionalità (OTTOBRE APRILE) possa ancora favorire una FINESTRA -RIALZISTA per tutti GLI INDICI MONDIALI con il NOSTRO FTSEMIB che si dovrebbe accodare , speriamo…fino ai TARGET che si ipotizzavano in questi giorni a 18600/19300/20500p
    Per il momento il SUPPORTO a 15800p dovrebbe/potrebbe tenere altrimenti i 14900/15000p ,PROSSIMI SUPPORTI , arriverebbero immediatamente.

    Grazie come sempre di una Tua opinione in merito
    Buona Giornata e Buon Lavoro Maurizio

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Ciao Maurizio,
      giusta la lettura della divergenza.
      La tua strategia a scalare non tiene in considerazione un ingresso anche sulla forza e nemmeno che la cosiddetta ipotesi B possa verificarsi.
      Buon viaggio.
      Riccardo.

  5. Marco ha detto:

    Scusa Riccardo,
    2a ipotesi: nuovo minimo.
    Cosa intendi per nuovo minimo.
    Possibile rottura del supporto 15.773?
    Oppure…..
    Grazie infinite per la tua disponibilità.
    Marco

  6. MAURIZIO ha detto:

    RICCARDO Ciao .Grazie per la TUA risposta .
    Alcune precisazioni. Giusta la TUA osservazione……
    Ma parlavo di Prudenza e POSSIBILI livelli di entrata partendo da queste considerazioni .
    Graficamente il nostro index è all’ interno di un canale ribassista interessato oggi ,in chiusura , nella parte bassa della trend-line: in casi di mancato rimbalzo da tali livelli, ovvero 17500/17700 estensione 18100 i possibili prossimi SUPPORTI si pongono sotto 17000 a 16500/16000/15820p doppio minimo.
    La conta di Elliott attualmente è tra una correzione conclusa A-B-C e onda di 1′ di 5′ rialzista mentre sotto 15500p la conta cambierebbe radicalmente e probabilmente la tendenza attualmente ancora rialzista si tramuterebbe in una nuova tendenza ribassista importante…. TARGET??? 12300p?????
    Siamo ad un bivio….
    L’idea/strategia sarebbe di entrare PRUDENTEMENTE con 1/6 a 17000p e vedere l’evoluzione……
    Grazie Buona Notte Maurizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.