Circa un mese fa, esaminando la situazione dei principali titoli di stato pubblicai, tra l’altro, una tabella che li riportava in ordine decrescente di rendimento reale:

Titoli di Stato in ordine decrescente di rendimento reale

Titoli di Stato in ordine decrescente di rendimento reale

LEGENDA

Di seguito la tabella aggiornata in ordine alfabetico:

Titoli di Stato in ordine alfabetico

Titoli di Stato in ordine alfabetico

In questa tabella vi invito a prestare attenzione alla colonna che ospita i dati dei rendimenti lordi (non quelli reali).

Premessa: l’andamento del prezzo di un titolo obbligazionario è inversamente proporzionale al suo rendimento lordo, per cui un calo del rendimento implica un apprezzamento del titolo.

Nell’ultimo mese si registrano forti apprezzamenti per il decennale russo, quello svedese e quello spagnolo.

Buone performance per il decennale del Regno Unito e della Korea del Sud.

Il peggior risultato riguarda invece la Grecia.

Ora esaminiamo la tabella aggiornata ed ordinata in funzione dei rendimenti reali:

Titoli di Stato in ordine decrescente di rendimento reale

Titoli di Stato in ordine decrescente di rendimento reale

Rispetto al mese scorso il numero di decennali con un rendimento reale superiore al 2% scende da 8 a 6.

Escono, seppur per pochi centesimi, Stati Uniti e Portogallo.

Restano attraenti i rendimenti reali di Grecia, Brasile, Messico, India, Spagna e Cina.

Tuttavia, si ribadisce ancora una volta che questa è solo una parte dell’analisi per la costruzione di un portafoglio obbligazionario.

Potrebbe anche esser utile capovolgere l’uso di tale studio, evitando i titoli che offrono i rendimenti reali minori.

L’informazione più importante rispetto al mese scorso è comunque rappresentata dal balzo dell’inflazione complessiva, salita a 1,76 dall’1,59 del mese precedente; nel caso in cui tale tendenza rialzista dovesse trovare conferma, la situazione per il mercato obbligazionario volgerebbe al peggio.

Riccardo Fracasso

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.