I principali elementi del mercato immobiliare sono i prezzi e le compravendite.

Solitamente tali fattori rispettano questo semplice schema:

  1. Prezzi stabili e aumento delle compravendite;
  2. Compravendite e prezzi in crescita;
  3. Prezzi al rialzo e compravendite che rallentano;
  4. Compravendite in calo e prezzi stabili;
  5. Compravendite e prezzi in calo;
  6. Prezzi in calo e compravendite in aumento.

Mercato immobiliare – Grafico ad esagono

Di seguito il grafico a nido d’ape che considera le compravendite ed il prezzo del nostro settore immobiliare:

Mercato immobiliare – Grafico a nido d’ape

Tale grafico conferma il precedente schema in base al quale, in buona sostanza, l’andamento delle compravendite anticipa quello dei prezzi.

Teoricamente ci troviamo al punto 1 dello schema (prezzi stabili e aumento delle compravendite), quello che precede l’inizio dell’aumento dei prezzi. degli immobili.

In questo caso l’elemento che può giustamente suscitare qualche dubbio in merito al normale svolgere del classico schema è rappresentato dalle condizioni del settore bancario che potrebbero causare una nuova stretta creditizia (ovviamente sfavorevole al mercato immobiliare, e non solo).

Ad ogni modo, secondo lo studio, i prezzi sono i più bassi degli ultimi 15 anni.

Riccardo Fracasso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.