Era il 4 dicembre quando, nell’esaminare l’oro e nel ricercarne i target del suo calo si scriveva:

Considerati il massimo a 1.433 dollari(23 Agosto), il minimo a 1.251 (15 ottobre) ed il secondo massimo a 1.361 (28 Ottobre) otteniamo i seguenti livelli di estensione di Fibonacci:

  1. 1.249 (61,8%);
  2. 1.179 (100%);
  3. 1.067 (161,8%).

Il primo è già stato perforato per cui va ovviamente escluso.

Il secondo, è quello che statisticamente il più delle volte si rivela essere il giusto target di un movimento.

Per di più, presso tale soglia (1.179) è stato segnato il precedente minimo di periodo del 24 Giugno (1.180 punti).

Tale aspetto non può che rafforzare l’attendibilità di area 1.179.”.

Grafico su base settimanale aggiornato alla chiusura di mercoledì:

Grafico nr. 1 - Oro - Tenuta area 1.180

Grafico nr. 1 – Oro – Tenuta area 1.180

Dal grafico è possibile notare come il calo dell’oro si sia effettivamente arrestato in area 1.180 punti.

La reazione alquanto misurata suggerisce comunque ulteriori conferme.

Ora, però, mi preme evidenziarvi una interessante ipotesi tecnica sempre dal grafico su base settimanale:

Grafico nr. 2 - Oro - Forchetta rialzista ufficiosa di Tipo 3

Grafico nr. 2 – Oro – Forchetta rialzista ufficiosa di Tipo 3

Considerando gli ultimi 3 punti di svolta è possibile tracciare una Forchetta rialzista.

Come spiegato in modo approfondito  Ebook, personalmente definisco una Forchetta con i punti A e C allineati una Forchetta di tipo 3.

Nel caso specifico A e C corrispondono a due minimi tra essi allineati a 1.180 dollari.

Le Forchette di tipo 3 sono quelle che godono di una maggiore affidabilità.

L’obiettivo di tale Forchetta è la Mediana che al momento transita a 1.380 dollari, valore via via crescente col passare del tempo (ovvio, se si considera che la trendline è rialzista).

Ciò premesso, però, va comunque osservato che al momento non abbiamo ancora assistito al movimento di riconoscimento della Forchetta da parte dell’oro, con relativo ritracciamento contenuto dalla parallela inferiore (che attualmente transita a circa 1.200 dollari).

Essendo una Forchetta di tipo 3 (i minimi allineati, indipendentemente dalla Forchetta, segnalano un rialzo) è accettabile, seppur sempre più rischioso, non attendere l’eventuale movimento di riconoscimento (in tal caso l’ingresso sarebbe già avvenuto, proprio in area 1.180).

Un atteggiamento più prudente, invece, è quello che prevede l’attesa della conferma data dall’eventuale movimento di riconoscimento.

Riccardo Fracasso

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.