Nelle ultime analisi dedicate al Ftse Mib s’è ribadito il concetto secondo cui, pur non essendoci ancora segnali concreti di inversione, sono  ‘numerose le precondizioni per un rialzo anche di qualche settimana’.

Ora approfondiamo lo studio analizzando il grafico su base mensile, dal minimo registrato nel marzo 2009 in poi:

Ftse Mib - Grafico di lungo termine su base mensile

Ftse Mib – Grafico di lungo termine su base mensile

Il rimbalzo dai minimi di Marzo 2009 (area 12.300 punti) si è interrotto ad Ottobre dello stesso anno; a quel punto una serie di minimi decrescenti  hanno dato vita ad una trendline ribassista (retta blu).

Tale retta è stata oltrepassata nel Marzo 2014.

I recenti cali hanno però riportato le quotazioni al di sotto della trendline con l’ultima candela.

Però, va precisato che il grafico è su base mensile e l’ultima candela, rappresentando un mese (Agosto) ancora in corso, è puramente tendenziale e non ufficiale.

Un’eventuale chiusura di Agosto oltre la trendline andrebbe letta come un aspetto alquanto positivo.

Difatti, a quel punto il movimento di ritorno sulla trendline con successiva ripartenza corrisponderebbe ad un classico pull back, movimento con cui le quotazioni riconoscono l’ex resistenza come nuovo supporto.

Tale ipotesi non è assolutamente da escludere e va monitorata.

Per di più, sempre dal grafico è possibile notare l’ampio canale rialzista avviatosi dal minimo di Luglio 2012 (sempre area 12.300 punti); si ricorda che l’ampiezza del canale è direttamente proporzionale alla solidità del canale stesso.

La recente reazione del Ftse Mib dal trendline di minimi crescenti del canale rappresenta indubbiamente un elemento  positivo e nel caso in cui dovesse proseguire favorirebbe un recupero proprio oltre la trendline ribassista di lungo termine (retta blu).

Venerdì il Ftse Mib ha chiuso a 19.480 punti, a nemmeno 2 punti percentuali dal livello presso il quale attualmente transita la trendline in questione.

Riccardo Fracasso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.