From the daily archives: venerdì, febbraio 9, 2018

Il Ftse Mib  ha chiuso la seduta a 22.166 punti, registrando un -1,33%.

Il bilancio settimanale è pari ad un -4,46%.

Un mese fa, col nostro indice a 23.429 punti, si scrisse:

“In assenza di segnali il target più vicino è rappresentato nell’area 23.800-24.200 punti in cui convergono:

  • pivot annuale R1 (23.849 punti);
  • mediana della forchetta rialzista (che attualmente transita a 23.900);
  • massimi di Luglio 2015 (24.157).”.

Ftse Mib – Area di convergenza 23.800-24.200

Area di target raggiunta poco dopo e dalla quale, effettivamente, sono scattate vendite piuttosto copiose nel corso dell’ultima settimana.

Vendite temporaneamente arrestate dalla media mobile a 200 giorni che, a questo punto, diventa soglia di controllo graficamente rilevante:

Ftse Mib – media mobile a 200 gg

L’eventuale cedimento netto rappresenterebbe un ulteriore elemento negativo.

Tra gli aspetti positivi da registrare la maggior forza relativa del settore bancario (-0,43%) rispetto al listino principale (-4,46%).

Riccardo Fracasso

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.