All’attesissima conferenza odierna Draghi ha annunciato diverse nuove misure:

  • riduzione del principale tasso di riferimento da 0,05% a 0% (minimo storico);
  • taglio dei tassi sui depositi da -0,3% a -0,4%;
  • innalzamento del QE da 60 a 80 MLD di euro al mese;
  • allargamento dei titoli acquistabili dalla BCE ai corporate (non finanziari) investment grade;
  • nuovo TLTRO a 4 anni a favore delle banche (prima asta a Giugno).

Seppure sia complicato quantificare le aspettative del mercato, ritengo che la BCE non solo non le abbia deluse ma sia andata oltre le stesse.

Tale considerazione mi porta a motivare il violento dietrofront dell’ultima parte della seduta con delle fisiologiche prese di beneficio e non con la delusione del mercato per quanto annunciato da Draghi.

Non scordiamoci che nella seduta odierna il Ftse Mib aveva raggiunto livelli (massimo a 19.012 punti) superiori al 20% rispetto ai minimi dai quali si è avviato il rimbalzo (15.773).

Ad ogni modo, con la chiusura settimanale avremo un quadro più chiaro.

Riccardo Fracasso

Tagged with:
 

6 Responses to Le misure di Draghi

  1. Graziano ha detto:

    Ciao Riccardo
    Grazie per l’aggiornamento.
    Con i punti che hai elencato sopra e le analisi fatte sul tuo Check up ci aspetta un anno pieno di emozioni.
    Buona Serata
    Graziano

  2. Cristiano ha detto:

    Buona sera Riccardo, è possibile che il FITSE MIB sia ritornato in una forchetta crescente a partire dai primi di febbraio?
    Rimango in attesa delle tue analisi di domani.
    Buona serata.

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Ciao Cristiano,
      possibile ma non so quanto sarà rispettata (motivo per cui finora non l’ho pubblicata).
      Buona serata.
      Riccardo

  3. luca ha detto:

    A me pare tanto rumore per nulla…che sia un sell on news?

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Il sell on news si ha se la notizia è ampiamente scontata dal mercato, e ciò è parzialmente vero.
      Io ritengo che lì ci siano molte prese di profitto e che la notizia possa far risalire di qualche punto i mercati nei prossimi giorni, ma è bene attendere la chiusura settimanale.
      Buona giornata.
      Riccardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.