Il Ftse Mib ha chiuso la seduta a 20.200 punti, registrando un +1,54%.

Il bilancio settimanale è pari ad un -2,86%.

Martedì si è chiuso Settembre con un +2,16% complessivo.

Settimana contraddistinta, oltre che dal rifiuto all’Austerity da parte della Francia, dalle parole di Draghi che ha affermato che “quello che una Banca Centrale può fare è migliorare i canali di finanziamento per gli intermediatori: è il nostro compito e lo stiamo facendo molto, basta ricordare dove eravamo 3 anni fa“.

Probabilmente il mercato ha letto dietro a tali parole la mancata volontà di attuare un vero e proprio QE (creazione di denaro fresco per acquistare titoli di stato).

Da qui l’ondata di vendite sui mercati, in particolar modo quelli dell’Area Euro.

Cali come quello di giovedì creano comprensibilmente incertezza e paura negli investitori.

Cerchiamo allora di esaminare razionalmente il quadro grafico, alla luce di quanto successo.

Grafico:

Grafico nr. 1 - Ftse Mib - Base settimanale

Grafico nr. 1 – Ftse Mib – Base settimanale

Dal picco del 10 giugno a 22.590 punti si contano due massimi decrescenti e tra essi un minimo significativo a 18.885 (8 agosto).

Un’eventuale rottura convinta di tale livello rappresenterebbe un segnale di forte deterioramento.
Estendiamo il campo di osservazione:
Grafico nr. 2 - Ftse Mib - Base settimanale - Trend rialzista

Grafico nr. 2 – Ftse Mib – Base settimanale – Trend rialzista

Si osservi come, nonostante le recenti forti vendite, i prezzi si mantengano all’interno dell’ampio canale rialzista avviatosi nel Luglio del 2012; il trend di fondo, quindi, al momento è rialzista.
Anche l’eventuale cedimento della trendline inferiore (che attualmente transita poco al di sotto dei 19.400 punti) andrebbe letto come un segnale negativo.
Ad ogni modo, si ripete che il trend di fondo è tuttora rialzista.
Ora passiamo al grafico su base giornaliera:
Grafico nr. 3 - Ftse Mib - Base giornaliera - Harami Bullish

Grafico nr. 3 – Ftse Mib – Base giornaliera – Harami Bullish

Il riquadro rosso contiene la Engulfing Bearish (evidenziato tempestivamente) che ha anticipato il calo delle ultime settimane.
Le due candele all’interno del riquadro verde (ultime due sedute), invece, formano un’Harami Bullish, figura ad inversione rialzista.
Tale pattern grafico necessita di conferme dal periodo successivo (nel caso specifico dalla seduta di lunedì).
A ciò si aggiungano due importanti aspetti che rafforzano l’ipotesi rialzista:
  • con quella appena conclusa sono 4 le chiusure settimanali negative consecutive (si ricorda che un movimento ribassista diventa vulnerabile ad eventuale rimbalzi già dopo 3/4 chiusure di periodo negative consecutive);
  • gli acquisti avvenuti proprio nell’ultima seduta della settimana (la più rilevante) rappresentano un elemento positivo.

Riccardo Fracasso

Tagged with:
 

2 Responses to Ftse Mib: Draghi scuote i mercati

  1. Riccardo ha detto:

    Buonasera Riccardo,
    concordo sull’analisi delle candele weekly/daily e relativi trend, tuttavia nutro non poche perplessità sulla probabile continuità del trend almeno nel breve periodo.
    Il break del livello min. relativo precedente (daily), suona come un campanello d’allarme, inserito nel contesto grafico che disegna max realtivi decrescenti dal TOP annuale di giugno.
    Il mercato potrebbe iniziare a scontare ulteriormente l’oggettiva inconsistenza di politiche monetarie non convenzionali della BCE, promesse e non attuate sinora per opposizione della Germania, che non godrebbe di nessun beneficio da questo tipo d’intervento.
    Ovviamente il traino eventuale SP500 sarà determinante per una ripresa del prezzo sui livelli di supporto (ora resistenze) più alti.
    Graficamente il trend Bullish si riconferma solido al break di 21500 punti (FIB).
    Grazie come sempre per le analisi precise e motivate.
    Riccardo.

    • RICCARDO FRACASSO ha detto:

      Magari in futuro le cose cambieranno ma ad oggi il calo avviato a giugno è da considerare come una semplice correzione all’interno di un trend di fondo rialzista (vedi grafico nr. 2 dell’analisi).
      Per quanto riguarda le misure della BCE, io le vedo tardive ma comunque di una certa consistenza.
      Buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.